Come il denaro fatto di aria è stato capace di ucidere 600.000 persone

by

Bene; ora che ci siamo presentati (ancora non tutti), passiamo alle cose serie.

Come questo articolo, ad esempio.

Ora, lo so che tutti odiano il liberali (cioè: gli anti-statalisti/ pro-anarchismo basato sulla proprietà privata) e non sono particolarmente di moda oggi. Ma io veramente penso che  questo tizio ne dica molte di giuste (a parte le pesissime menate domenicali sulla religione).

L’articolo citato è una feroce critica al mainstream esposto dal New York Times riguardo alle correnti faccende economiche, e una delle parti migliori è quando l’editorialista del NYT dice “pensate che senza la possibilità di creare denaro dal nulla la guerra civile americana non sarebbe stata possibile” (e lo dice come cosa positive). E qui il buon Murphy ha gioco facile: come si fa a ringraziare la moneta senza controvalore per aver reso possibile l’uccisione di 600.000 persone? Grande.

Poi, per il resto, ci sono i soliti argomenti della scuola austriaca. Ora vado a scrivere sul suo blog perché una obiezione al punto della disoccupazione ce l’ho, comunque.

A la prochaine.

Annunci

Tag: , ,

5 Risposte to “Come il denaro fatto di aria è stato capace di ucidere 600.000 persone”

  1. xixcenturyboy Says:

    non capisco cosa centra la Fiat

  2. rochyi Says:

    Terra chiama XIX, Fiat in senso fare, non il marchio automobilistico!
    Io credo che con il sistema vigente, i nostri banchieri non riescano a pensare ad una politica monetaria differente e che riesca a tenerli a capo del mondo. Se abbandonano il denaro finto e con esso il potere di crearlo il loro ruolo dovrebbe ripiegare a mero strumento per fare cose e tenere i dobloni al sicuro. Il fatto che influenti testate giornalistiche continuino a propagandare il denaro-aria come una modalità irrinunciabile è sintomo di malattia, ma è sempre stato così. Questi oligarchi banchieri riescono ad essere molto più influenti di altri gruppi di pressione e il risultato complessivo è secondo me intravisibile. In questo, come nella crisi economica faccio fatica a vedere segni caotici. Non è certo un disegno prestabilito, qua nessuno è dio, ma forti spinte sono secondo ben evidenti. Se non avete capito quello che volevo dire, non crucciatevi, non l’ho capito bene neanche io.

  3. Tommaso Says:

    Bene. Ma non sempre è stato così. Le Banche centrali esistono da pochi decenni. Prima era il re che svalutava la moneta diminuendo la % di oro o argento con cui era fatta, ma la gente se ne accorgeva in breve tempo e l’inflazione schizzava

  4. Tommaso Says:

    Ah, con questo non volevo offendere Lord Caney. Siamo ovviamente in fremente attesa delle prossime lezioni

  5. Tommaso Says:

    Bh, e poi speriamo che anche altri oltre ai G4 inizino a collaborare al blog! Devo sentire l’architetto, mentre devo ancora spiegare bene all’intellettuale marxiano del progetto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...