tri-menata/1

by

Da wikipedia.en:

The Trilateral Commission is a private organization, established to foster closer cooperation among the United States, Europe and Japan. It was founded in July 1973 at the initiative of David Rockefeller, who was Chairman of the Council on Foreign Relations at that time.

The Council on Foreign Relations (CFR) is an American nonprofit and nonpartisan membership organization dedicated to improving the understanding of U.S. foreign policy and international affairs.

Negli anni ’70 la Trilaterale commissionò uno studio sullo stato della Democrazia che potete facilmente trovare sul sito della Trilaterale, ovviamente ancora esistente. L’allora direttore Zbigniew Brzezinski firmo l’introduzione dove si spiegava che la crisi della democrazia era da più parti ventilata, sia dall’intellighenzia “occidentale” sia da quella comunista che vedeva nella crisi del capitalismo la conferma alle proprie teorie. Quel lavoro servì a dimostrare che per il successo della democrazia era necessario che il suo utente capisse la natura del sistema democratico. Zibi ci avverte che alcune conclusioni o suggerimenti da parte degli autori sono provocativi, ma che lo scopo del lavoro è infine promuovere lo scopo principale del sistema democratico: la combinazione di libertà personali e con l’aumento del progresso sociale.

Il lavoro è suddiviso in 4 parti: Europa occidentale, USA, Giappone e conclusioni. Ovviamente ognuno è libero di andarsi a leggere tutto il testo, ma io, per interesse e per voi vi farò il piacere di leggermi le conclusioni e farvi un riassunto.

Secondo me non bisogna sottovalutare il Potere, inteso come l’oligarchia che detiene i mezzi di produzione e di comunicazione, quando esso si riunisce, pensa e poi si dà delle linee di lavoro e le diffonde ad esponenti di spicco della politica internazionale a destra come a sinistra come nel mondo economico. E’ un modo molto efficace per dire: “Ragazzi, questo è il gioco, si gioca così e si può vincere”. Secondo me è implicita la conseguenza che chi non sta alle regole è fuori dal gioco.

Annunci

Tag: , ,

12 Risposte to “tri-menata/1”

  1. G Says:

    molto interessante, pero’ devo pensarci su, come ben sai la menata a volte non si puo’ improvvisare – commentero’ questa sera o nei prossimi giorni

  2. roc Says:

    Ovviamente questa è solo l’introduzione alla menata…

  3. fero Says:

    A quale paper ti riferisci esattamente? puoi mettere il link? grazie!

  4. roc Says:

    http://www.trilateral.org/projwork/tfrsums/tfr08.htm
    ma c’è stato anche di recente un commento di Barnard su comedonchisciotte.org

  5. G Says:

    Da come descrivi il tutto, prima dell’ultimo paragrafo, sembra che le due organizzazioni che descrivi siano dalla parte dei “buoni”

    sull’ultimo paragrafo, dico: beh che ci puoi fare? il potere è sempre esistito e sempre esisterà? non ho capito quali sono le conseguenze che trai da questa constatazione

  6. roc Says:

    Sono sotto l’influenza di Jack London (Il tallone di Ferro). Sono un socialista dei primi del ‘900…

  7. G Says:

    si gode
    lo sai che sto leggendo “i 10 giorni che cambiarono il mondo”?

  8. roc Says:

    Fico! Sento sempre che bisogna rifondare il partito…
    “Ho letto con immenso interesse e con costante attenzione da capo a fondo il libro di John Reed I dieci giorni che sconvolsero il mondo. Lo raccomando vivamente agli operai di tutti i paesi. Vorrei che quest’opera fosse diffusa in milioni di esemplari e fosse tradotta in tutte le lingue perché essa dà un quadro esatto e straordinariamente vivo di fatti che hanno tanta importanza per comprendere la rivoluzione proletaria, la dittatura del proletariato. Tali questioni sono oggi assai discusse, ma, prima di accettare o di respingere le idee che esse rappresentano, è indispensabile comprendere tutto il valore della decisione che si prenderà. Senza alcun dubbio il libro di John Reed aiuterà a illuminare questo problema fondamentale del movimento operaio mondiale.”

    N. Lenin.

    Chi sarà questo Nino Lenin… Però se lo dice lui che è un bel libro… Io avevo letto l’altra faccia della Medaglia della rivoluzione d’ottobre, il diario di quello che successe subito dopo e di come la rivoluzione si è involuta, credo l’avesse scritto un anarchico, ovviamente.

  9. G Says:

    Reed pubblica il suo libro subito dopo la rivoluzione, e più che un libro è una cronaca, molto partecipata, di quello che è successo.
    Si chiamava mica Vladimir il buon Lenin? Mi sembra ovvio che il libro sia piaciuto al compagno Lenin, dato che il buon Reed era più che simpatizzante della rivoluzione.
    E’ quindi come uno di quei documentari che vedi tante immagini, ma il quadro generale ti sfugge e ti sfugge anche se quello che stai vedendo è un campione distorto o meno della realtà. Detto questo è un testo valido.

    Il Partito c’è già. E’ il Potere.

    Brivido?

  10. roc Says:

    Già, il Partito è il potere. Soprattutto il bi-partitismo è il potere. Nonostante le pressioni e le volontà l’Italia, così come altre nazioni europee tendono a sfuggire da questa logica. All’intellighenzia esprimersi su cosa sia meglio. Se il bipartitismo sia necessario e la multirappresentenza politica sia un danno o piuttosto una miglior espressione democratica.

  11. xixcenturyboy Says:

    a rigor di logica il bipartitismo non può essere democratico ma un oligarchia stretta… due comandano tutti… anche se eletti… certo è che l’effetto cespuglio non fa molto bene… si finisce come sempre in mano dei caporali che con un pugno di seggi fanno il bello e il cattivo tempo… penso che il bipartitismo sia necessario per avere un minimo di stabilità…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...