il giornalismo sportivo

by

Ok, io non sono proprio un nazionalista, anzi, proprio a volte mi vergongo dell’eesenza italiana e forse è solo per questo che sto scrivendo.

Barcelona – Inter.

Il Barcelona ha lo sponsor Unicef, ovviamente non è un sponsor. Il Barcelona è un testimonial dell’Uicef. Il Barcelona cresce talenti e insegna loro a giocare a calcio e a vincere. Cerca di vincere a tutti i costi. Il Barcelona è un club che conta sul supporto economico dei propri soci (abbonati) che ne eleggono il presidente, più o meno come il Circolo Inzani.

L’Inter è una squadra che non fa giocare un solo prodotto del proprio vivaio, è presieduta da un riccone radical-chic petroliere pieno di soldi. Non fa giocare italiani, troviamo quasi solo brasiliani e argentini. Prima di riuscire ad ottenere la finale di Champions alla quale si è ieri qualificata ha sempre fatto figure grame in europa, pur stravincendo il campionato nazionale. Tra l’altro nessuna squadra italiana è andata molto avanti nelle coppe europee e questo succede da un po’. Per anni l’Inter ha speso soldi rimpinzandosi di campioni e di grandi nomi.

Ho visto le due partite, non nella loro interezza. All’andata il Barcelona ha commesso degli errori da squadretta in difesa, pur mantenendo sempre il pallino del gioco. L’Inter però è stata aggressiva e alla fine ha meritato la vittoria, forse non in quella misura. Tenuto presente poi che un paio di rigori per gli ospiti c’erano tranquillamente.

Ieri sera, durante il ritorno, l’arbitro ha giustamente espulso un giocatore interista al 30′ del primo tempo. Prima di quel minuti a detta dei commentatori la partita era comunque impstata come dopo. 9 giocatori in difesa. Certo prima qualche contropiede l’Inter ha provato ad impostarlo. Mai comunque tirando in porta. Dopo il nulla. Si annota una punizione di Chivu da quasi metà campo. Vergognosa. Il Barcelona è lento e non riesce a trovari varchi. 9 giocatori in area sono tanti per una squadra che non è abituata a crossare e a inzuccare. Nonostante ciò Messi riesce a penetrare fino al limite dell’area e lascia partire un tiro angolatissimo che Cesar mette in angolo con una parata strepitosa. L’Inter deve solo ringraziare questa parata. Nel secondo tempo esce Ibrhaimovic, finalmente. I giovani sconosciuti del Barcelona si fanno un po’ più pericolosi. Assist di Messi e un tizio alto 50 cm si mangia un goal praticamente fatto. L’Inter ringrazia. Verso la fine Piquet segna un goal favoloso, mettendo a sedere portiere e difensore. Un goal che i ragazzetti sogneranno di segnare da qui in avanti. Un trucchetto da playstation, per una volta la fiction è tradotta in realtà (bello vedere gente che si diverte a giocare). 1-0 ma l’Inter tiene botta. Dopo poco carambola al limite dell’area, palla che arriva ad un giocatore del Barcelona in area che la sbatte dentro. L’arbitro aveva già fermato il gioco per un presunto fallo di mano. Non è così. La moviola dice che il fallo non c’era, poche balle.
Il Barcelona vince, ma non basta, la frittata dell’andata l’ha condannato.

Finisce la partita. Gli interisti smontano le barricate e festeggiano. Forse i fascisti a Parma nel’20 si sono sentiti come i giocatori del Barcelona..

Leggete i commenti se riuscite.

Poi guardate gli highlights. Certo nella mia cronaca ho omesso alcune occasioni per il Barcelona, ma mi perdonerete, sono italiano è ho un po’ di amor proprio…

Certo è un’impresa. Nessuno avrebbe scommesso che una squadra senza qualità evidenti potesse farcela. Ma è stato un regalo del Barcelona. L’Inter non è una grande squadra. E’ una squadra che vince. Per appassionare ci vuole una grande squadra. Il Milan di Sacchi era una grande squadra e non si poteva non rimanere affascinati. L’Inter è proprio quanto di peggio si possa volere da una grande squadra.

Gli eroi… Evento storico… Grandissima partita… Mah… io provo un po’ di vergogna a vedere queste partite perché mi rendo conto che a questo livello vorrei vedere un altro calcio. Grazie Mou. Alla prossima

Annunci

Tag:

7 Risposte to “il giornalismo sportivo”

  1. G Says:

    che dire, non so
    grazie per il post!, perlomeno

  2. rochyi Says:

    inutile, eh?

  3. G Says:

    che inutile!?
    no bello!

  4. rochyi Says:

    mah, è una battaglia persa. il calcio è fatto così… nessuno ora può parlare male dell’inter.

  5. G Says:

    perche’?

  6. pev Says:

    mah sì sono i salvatori della patria bla bla bla…
    personalmente del calcio penso che:
    1) è uno sport noioso e che non mi piace perché ha delle regole che permettono tranquillamente di non fare per tutta la partita quello che invece dovresti fare (cioè gol)
    2) al calcio italiano auguro ogni insuccesso internazionale, perché (solo agli alti livelli, beninteso) è gestito dalla solita manica di loschi figuri ai quali dello sport non interessa assolutamente nulla

  7. rochy Says:

    per esempio non si parla assolutamente dei mondiali di calcio che ci saranno in giugno. E’ così anche in terra d’albione?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...