Communication

by

Comunicazione che cambia. Commutation. Perché nessuno più scrive qua?
Facebook ha rubato l’identità del Blog, su facebook sei sicuro che tutti i tuoi “amici” riceveranno ciò che tu hai da dire, perché sei tu che cerchi loro. Un Blog è comunque una forma di comunicazione vecchia, e lenta. Lenta nell’accezione moderna del termine. Veloce è colui che ti raggiunge, lento è colui che va cercato. La differenza non è tanto temporale, ma di volontà. Facebook usa il meccanismo della pubblicità su google. Google ti spia e sa chi sei, per questo ti appioppa la pubblicità su misura. Facebook sfrutta una conoscenza pregressa, sapete già chi siete e la comunicazione è più facile. Il Blog rappresenta un’utopia, l’idea che a molti interessi ciò che hai da dire. L’idea che tutti abbiano qualcosa da dire. Il Blog è la frammentazione del pensiero. Il Blog, inteso come essere vivente, probabilmente racchiude già, a pochi anni dalla sua nascita, ogni pensiero pensabile e avanza. Ma non è lecito pensare che ogni frammento di questo essere possa essere inteso e apprezzato. Per cui l’utente del singolo blog è comunque un conoscente, un’amico nell’accezione facebookiana. Ma sono le relazione amicali che sono cambiate. L’accento si sposta da “andiamo a vedere cosa a da dire” a “senti qua”, senti cosa ho da dire. Le relazioni si basano sull’attività propositiva di e non sulla capacità ricettiva. Sembra essere una deriva dell’egocentrismo. Non per forza cattiva, nel senso che poi comunque gli “amici” sono costretti ad ascoltare e la comunicazione non va persa. Il concetto è che “questo è il mio mondo e te lo presento” se ti piace bene, comunque ti costringo a vederlo e te lo porto a casa, poi tu deciderai. Il Blog è opposto, “questa è la mia casa, e ci sono le mie cose, la porta è aperta, entra pure quando vuoi”. In definitiva è marketing e niente più.

Annunci

Tag: , ,

3 Risposte to “Communication”

  1. Genetti Says:

    quindi?
    ti sei fatto twitter?

  2. rochyi Says:

    in vena.

  3. Flavia Altomonte Says:

    Io credo che basti essere sè stessi, dopotutto su facebook si è soprattutto se stessi, e quello basta a fare audience grazie ad un pubblico che ama curiosare. Sicuramente non bisogna essere noiosi e ripetitivi.

    Flavia Altomonte from Una Valigia di caffè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...