Emigrare in India

by

Questa e’ una provocazione. O forse no.

Vorrei scrivere qualcosa di piu’ intelligente sui vicoli ciechi prospettati da Mario Seminerio sul suo ottimo blog, ma proprio il tempo e le energie mi mancano.

Il mio lavoro precedente al think-tank (pensatoio) sul futuro, mi ha insegnato che non esistono vicoli ciechi, e il futuro di puo’ padroneggiare, o prevedere. Magari non si puo’ manipolare e far andare nella direzione che si vuole. Ma si possono fare i diversi scenari, li si puo’ descrivere, si puo’ partire dal nocciolo delle previsioni, dallo scheletro (e i noccioli economici sono i migliori, perche’ narrano delle basi di sostentamento di una popolazione), e poi a cascata si immagina cosa accade al resto della societa’.

E’ abbastanza semplice, in se’, come esercizio. Richiede solo audacia intellettuale e una certa sicurezza nella propria conoscenza dei meccanismi sociali, culturali, economici. Per intenderci, l’opposto di quei ricercatori che esordiscono con “questi sono solo i risultati preliminari”, oppure quelli con la testa incastrata nel passato, nell’analisi di quello che e’ successo, e basta. In sintesi, richiede un po’ di palle, cioe’ essere bold, come si dice in inglese.

Non essere avventati, essere bilanciati, e, quando si tratta di gettare la palla, farlo, e non nascondere la mano.

Dicevo, la realta’ e’ li’. L’economia, volenti o nolenti, e’ un vincolo enorme sulle capacita’ delle persone di fare e non fare, ed un elemento centrale della cooperazione umana e della fiducia negli altri.

Dicevo non ho tempo per fare questo esercizio, e non lo faro’.

Ma la mia mente non ce la fa a stare ferma, e si getta sempre avventatamente oltre agli ostacoli.

Quando per uno spagnolo medio sara’ conveniente, utile, pensabile emigrare in India? Siamo ancora lontani da questa situazione.

Siamo, ancora, lontani. Adesso, oggi 9 novembre 2012.

Annunci

3 Risposte to “Emigrare in India”

  1. rochyi Says:

    Lo spagnolo non so, ma forse bisognerebbe chiedersi perché un italiano emigra volentieri in Spagna, tipicamente a Barcelona, ma anche a Madrid… E’ una questione di feeling perduto forse.

  2. Gen-hett Says:

    Beh, io vedo molti motivi culturali per cui un italiano vorrebbe emigrare in Spagna; le somiglianze culturali sono molte, ma e’ una societa’ molto piu’ secolare e laica. Forse e’ una societa’ in cui le differenze tra tradizionalisti ed emacipatori sono maggiori.

  3. rochyi Says:

    La spagna secolare… hmm, non c’è il Papa, ma per il resto la ciesa è presente come qui e in più c’è la monarchia. No, io non sto parlando di società, parlo dell’organizzazione e qualità della vita soprattutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...