Posts Tagged ‘immigrazione’

Straniero=criminale

28 gennaio 2010

Sono troppo stanco per dire cose sensate, però bisogna raccogliere le forze e provare.

So che è inutile, loro, le forze del male, sono sempre più forti e non si stancano mai, loro ti fiaccano sulla tua, limitata, resistenza.

Mi riferisco all’affermazione riportata dal presidente del consiglio italiano per cui una “riduzione degli extracomunitari in Italia significa meno forze che vanno a ingrossare le schiere dei criminali”, letteralmente riportato da Repubblica. So che Repubblica su questo genere di cose non è attendibile al 100%, che spesso soffia sul fuoco. Ma, appunto, sono troppo stanco per fare un double-check (come si dice in italiano?).

A parte il fatto che gli extracomunitari non esistono perché non esistono i comunitari, presidente! La comunità europea è finita anni fa. Ora si chiama Unione.

Va bene, facciamo così, il presidente del consiglio italiano ha detto che meno extraunionisti (?!) significa un aumento della criminalità minore.

Che paese è quello che deve chiudere le frontiere per impedire l’aumento della criminalità? Ma si rende conto dell’enormità che ha detto? Ha detto che gli stranieri non sono i benvenuti in Italia perché è facile che, appena arrivati, inizino a delinquere! Ma che paese è! Cribbio! Questo vuol dire, se è vero, che arrivano, vedono che possono delinquere con elevata probabilità di farla franca, e ci provano.

Quello che intende il nostro presidente del consiglio, probabilmente, è che solo gli italiani possono stare in Italia, e delinquere come vogliono, tanto con le nuove leggi probablimente non vedranno mai la galera. Lo straniero, poverino, quando cerca di imitare l’italiano, finisce subito al gabbio perché non capisce qual’è il trucco per non farsi arrestare: essere italiano, meglio se di pelle bianca, e magari, farsi eleggere presidente del consiglio!

Annunci

Rosarno Italia

8 gennaio 2010

Leggo con angoscia le notizie che arrivano da Rosarno.

Vorrei poter pensare qualcosa di intelligente a proposito, ma è veramente difficile. L’unica cosa che mi viene in mente è che non sono mai stato in Calabria e che per me, forse, la Calabria, pur essendo in Italia, è un luogo molto lontano.